Una goccia d’olio ha cambiato tutto

 

Tutto questo progetto è nato per caso.

Mi ricordo che era una giornata di febbraio del 2017 e fuori pioveva.

Quel giorno stavo spiegando a Giorgio (che all’epoca era entrato a far parte della squadra da solo poche settimane) tutto il procedimento alla base di un nuovo servizio che avevamo lanciato da poco tempo.

Il servizio che gli stavo illustrando era quello di controllo pre-acquisto per chi vuole comprare una barca usata.

Questo servizio era già di per sé estremamente completo e, quando stavo spiegandogli che tipo di controlli potevamo eseguire sui motori, Giorgio mi ha interrotto e mi ha chiesto:

“Ma tu le conosci le analisi dell’olio?”

Lì per lì rimasi interdetto e gli dissi che no, non avevo mai sentito parlare di questo tipo di controllo.

Mosso da una sana curiosità, gli chiesi di scendere in dettaglio e spiegarmi in che cosa consisteva e quali fossero i vantaggi di questo servizio.

Lui mi disse: “Fai un prelievo dell’olio, fai analizzare il campione ad un laboratorio accreditato ed in un attimo hai un’idea precisa di quale sia lo stato interno del motore”

Questa spiegazione così semplice mi lasciò disarmato e incredulo.

Pensai: “Com’è possibile che da un semplice prelievo uno possa farsi un’idea precisa di quale sia lo stato interno di un motore?”

Fino ad allora, il controllo meno invasivo che conoscevo per scoprire quali fossero le condizioni di un motore era quello tramite endoscopio (che richiedeva in ogni caso di aprire un motore e dava comunque una quantità limitata di informazioni al riguardo del suo “stato di salute”…).

Rimasi quindi affascinato dall’idea che un semplice prelievo dell’olio, che si poteva eseguire senza operazioni o difficoltà particolari, potesse dare un quadro estremamente preciso delle condizioni operative di un macchinario.

 

In pratica era come eseguire le analisi del sangue ad un motore!

Decisi quindi di approfondire questo tema e, dopo settimane di ricerca, trovai finalmente un laboratorio in grado di fornire quella incredibile quantità di informazioni di cui Giorgio mi aveva parlato.

Facemmo varie perizie su imbarcazioni per conto dei nostri clienti ai quali demmo la possibilità di provare questo servizio che li lasciava sempre stupiti (soprattutto una volta che ricevevano i risultati delle analisi).

Un paio di clienti evitarono di comprare delle barche proprio grazie alle informazioni ottenute dalle analisi; avevano infatti scoperto che quei motori, apparentemente mantenuti in condizioni normali, avevano dei livelli di usura che li avrebbero costretti ad eseguire delle manutenzioni straordinarie estremamente costose subito dopo aver acquistato la barca.

L’esperienza diretta sul campo mi diede anche la possibilità di vedere i limiti intrinsechi nell’erogazione del servizio.

Infatti non era un tipo di controllo pensato per l’utente finale ma era piuttosto studiato per il tecnico che (come noi) lo proponeva direttamente al suo cliente.

Data la tipologia di lavoro che eseguivo e che continuo a seguire (lavoro nello studio di famiglia aperto da mio nonno che si occupa di perizie – assicurative e non – su tutto quello che galleggia), sapevo che la maggior parte dei danni ai motori erano riconducibili a cause che si sarebbero potute evitare o risolvere prima che il danno vero e proprio emergesse.

Era un peccato che così tanti armatori si bruciassero le ferie a causa di un sinistro che si sarebbe potuto risolvere con una frazione della spesa se solo fosse stata eseguita l’analisi dell’olio.

Allora decisi di progettare un sistema “fai da te” che permettesse a qualunque armatore (anche a quello del tutto sprovvisto di conoscenza meccanica) di eseguire questo controllo che gli avrebbe evitato una miriade di rogne e di problemi, oltre a fargli risparmiare migliaia di euro.

Dopo mesi di incubazione, decisi di tirare a bordo in questo progetto qualcuno che potesse darmi una mano a divulgare questo servizio innovativo.

Quando parlai a Stefano del progetto, anche lui rimase affascinato e colsi nel suo sguardo una scintilla di eccitazione all’idea di poter sviluppare con un suo amico un progetto in grado di migliorare la vita ad un sacco di persone.

Infatti, quello che lui vide era un pubblico non solo limitato alla nautica (che è comunque la base da cui siamo partiti) ma esteso a chiunque dipenda da un motore per mandare avanti la sua azienda o attività.

E così, nel marzo 2019, quindi a distanza di poco più di 2 anni dalla scoperta di questo straordinario controllo, abbiamo finalmente sviluppato un servizio che dà a chi non può assolutamente permettersi un’avaria o un fermo macchina inaspettato, la serenità dettata dal fatto di conoscere esattamente lo stato di salute del motore e poter programmare gli interventi necessari per mantenerlo sano e funzionante.

Se vuoi saperne di più sulle analisi dell’olio del motore e scoprire come dire addio – una volta per tutte – alla paura di rimanere con il motore del tuo mezzo in panne, allora clicca sul tasto che trovi qui sotto e scopri il perché eseguire le analisi del sangue al tuo motore!

Alla salute del tuo motore!

Mentore Giorgetti

Ideatore di Analisi Olio Motore